Biglietti

Linee e orari

News

Assistenza

Gite in Treno

Vantaggi abbonati

Accedi

Non hai un account?

Segnalazioni whistleblowing

 

SISTEMA DI SEGNALAZIONE 

Trenord svolge il proprio business con lealtà, correttezza, trasparenza, onestà, integrità e nel rispetto di leggi, regolamenti, standard e best practices, nazionali e internazionali, applicabili.

In questo contesto, Trenord ha implementato, pur senza alcun vincolo di legge, sin dal 2019 il Sistema Anticorruzione quale strumento di autoregolamentazione nell’ambito di un percorso virtuoso che l’Azienda sta compiendo con l’obiettivo di proseguire il processo di rafforzamento e miglioramento continuo del sistema di governance.

Nell’ambito del Sistema Anticorruzione, Trenord ha altresì implementato, sin dal 2019, un Sistema di Segnalazione di potenziali violazioni (c.d. Whistleblowing) attraverso l’adozione di strumenti volti a segnalare potenziali condotte illecite e/o comunque poste in essere in violazione dei principi sanciti nel Codice Etico della Società.

Nel 2023, inoltre, in conformità al D.Lgs. n. 24/2023 di recepimento della Direttiva UE n. 2019/1937, Trenord ha ulteriormente rafforzato il Sistema di Segnalazione attraverso l’introduzione di ulteriori canali di segnalazione rimarcando, in tal modo, il proprio impegno nella lotta all’illegalità e garantendo i più elevati standard di riservatezza delle informazioni trasmesse e dell’identità del segnalato e del segnalante.

A tal fine, Trenord incoraggia i Destinatari del Sistema di Segnalazione (esclusivamente i legali rappresentanti, amministratori, membri degli organi di controllo, dirigenti, dipendenti, collaboratori, tirocinanti, fornitori e i loro collaboratori, liberi professionisti e consulenti, lavoratori autonomi, azionisti) a segnalare determinate categorie di violazioni di seguito indicate di cui siano venuti a conoscenza.

 

CONDOTTE SEGNALABILI 

Attraverso il Sistema Interno di Segnalazione è possibile segnalare comportamenti, atti od omissioni che:

  • sono penalmente rilevanti o costituiscono illeciti civili, amministrativi o violazioni contabili;
  • siano suscettibili di arrecare un danno alla salute o sicurezza pubblica, o di arrecare un danno all’ambiente;
  • siano suscettibili di costituire una violazione delle norme poste, tra l’altro, a tutela dei seguenti settori: appalti pubblici; prevenzione del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo; protezione dei consumatori; sicurezza dei trasporti; tutela della vita privata e protezione dei dati personali; sicurezza delle reti e dei sistemi informativi; e in generale, della normativa nazionale o europea;
  • coinvolgono legali rappresentanti, amministratori, dirigenti e/o dipendenti di Trenord o delle    società non controllate nelle quali Trenord detiene partecipazioni rilevanti, joint venture o – in ogni caso – chiunque agisca in nome, per conto e nell’interesse di Trenord;
  • siano suscettibili di arrecare un pregiudizio patrimoniale o di immagine a Trenord;
  • siano relativi a potenziali violazioni di Codice Etico, Modello 231, Politica Anticorruzione di Trenord e relativa normativa applicabile, Strumenti normativi interni (es. Politiche, Linee Guida, Procedure);
  • configurino potenziali conflitti di interesse.

 

CANALI DI SEGNALAZIONE 

Il Sistema Interno di Segnalazione di Trenord si compone dei seguenti canali:

  1. Piattaforma web (ad uso esclusivamente interno dei dipendenti Trenord);
  2. Casella vocale registrata gratuita disponibile al numero 02 3056 6938;
  3. Possibilità di richiedere un incontro diretto inviando una e-mail al seguente indirizzo comitatosegnalazioni@trenord.it indicando nell’oggetto dell’e-mail “segnalazione whistleblowing”.

In aggiunta ai canali di segnalazione di cui sopra, sono inoltre disponibili i seguenti canali:

  1. Indirizzo di posta ordinaria: Trenord Srl, Piazzale Luigi Cadorna 14, 20123, Milano, Italia, All’attenzione del Comitato Segnalazioni (La segnalazione va inserita in due buste chiuse: la prima con i dati identificativi del segnalante unitamente alla fotocopia del documento di riconoscimento; la seconda con la segnalazione. Entrambe vanno inserite in una terza busta chiusa che rechi all’esterno la dicitura “riservata”).
  2. Modalità previste per le segnalazioni all’Organismo di Vigilanza nell’ambito del Modello 231 di Trenord.

 

Tutela dell’identità del segnalante e della riservatezza delle informazioni

Trenord garantisce la confidenzialità dell’identità del segnalante e la riservatezza delle informazioni contenute nelle segnalazioni in ogni fase del processo di segnalazione, nei limiti in cui l’anonimato e la riservatezza siano opponibili in base alle norme di legge.
 

Divieto di atti ritorsivi o discriminatori verso il segnalante

Trenord tutela i Segnalanti contro qualsiasi atto ritorsivo o discriminatorio, diretto o indiretto, per motivi collegati, direttamente o indirettamente, alla segnalazione. Tale protezione è garantita al segnalante anche quando la segnalazione, seppur infondata, si basi su criteri di buona fede e ragionevolezza. La commissione di atti ritorsivi o discriminatori nei confronti del Segnalante può comportare l’avvio di un procedimento disciplinare nei confronti dell’autore degli stessi e l’irrogazione delle relative misure disciplinari, conformemente a quanto previsto dalla normativa giuslavoristica nazionale applicabile.

 

Per maggiori dettagli Scarica la Procedura di Trenord

Segnalazioni whistleblowing