immagineimmagine

Biglietti

Linee e orari

News

Assistenza

Vantaggi

Idee di viaggio

Accedi

Non hai un account?

immagine
immagine
immagine

DETRAZIONI

Con la Legge di Bilancio 2018 è stata introdotta l'agevolazione fiscale Irpef sugli abbonamenti al trasporto pubblico locale, regionale e interregionale.
Con la dichiarazione dei redditi è dunque possibile detrarre un importo pari al 19% delle spese sostenute per l'acquisto di abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico, indipendentemente dal periodo di validità dello stesso. Ad esempio: è possibile detrarre la spesa per un abbonamento acquistato nel mese di luglio 2019, con validità dal 1° luglio 2019 al 30 giugno 2020.

 

La detrazione è calcolata su un importo complessivamente non superiore a 250€, con un beneficio fiscale dunque di 47,50€, spettante anche se le spese sono sostenute nell'interesse dei familiari fiscalmente a carico. 

 

Una precisazione fondamentale va fatta sul limite massimo dei 250€, che va riferito alle spese sostenute dal contribuente "cumulativamente" per l'abbonamento proprio e dei familiari a carico.

 

 

Per le detrazioni relative all'acquisto dell'abbonamento dovranno essere conservati il titolo di viaggio e la documentazione relativa al pagamento.

 

 

Per accedere alle agevolazioni fiscali, è obbligatoria la tracciabilità del pagamento (art.1 comma 679 della Legge 27 dicembre 2019 n. 160 - Legge di Bilancio 2020). Pertanto per ottenere la detrazione, non è più possibile effettuare il pagamento in contanti. E' necessario che il pagamento venga effettuato esclusivamente con una delle seguenti modalità:   

  • carte di debito o bancomat
  • carte di credito o prepagate

Inoltre, è necessario che il cliente conservi copia del giustificativo del mezzo di pagamento utilizzato (ricevuta bancomat o carta di credito), nonché del giustificativo di spesa (tagliando di rinnovo con validità fiscale o prova di avvenuto rinnovo in caso di acquisti online). 

 

ATTENZIONE
In caso di smarrimento del giustificativo del mezzo di pagamento utilizzato, Trenord non è tenuta a fornire  relativa copia.

Qualora non si fossero conservati gli scontrini di ricarica, il Cliente con tessera nominativa può accedere all’area dedicata Trenord e inserendo i dati della tessera può ricevere per mail una documentazione certificativa che contiene le indicazioni essenziali a qualificare il titolo di viaggio nonché ogni altra informazione utile ad individuare il servizio reso (indicazione soggetto utilizzatore, periodo di validità, spesa sostenuta e data di sostenimento della spesa) .

 

Ai fini della detrazione di un titolo di viaggio non nominativo, lo stesso deve essere conservato e accompagnato da una autocertificazione resa dal contribuente in cui si attesta che l'abbonamento è stato acquistato per il contribuente o per un suo familiare a carico.

 

 

PER SAPERNE DI PIU' 

detrazioni

 

 

immagine