Biglietti

Linee e orari

News

Vantaggi

Assistenza

Gite in Treno

Accedi

Non hai un account?

I nuovi cantieri verdi di Piantalalì a Castellanza e Gerenzano

Nei due Comuni oltre 3mila nuove piante e arbusti grazie al progetto di FNM e Trenord. Le prossime tappe a Rescaldina, Novate Milanese, Busto Arsizio

Tremila nuove piante e arbusti cresceranno a Castellanza e Gerenzano grazie a FNM e Trenord. Nei due Comuni hanno preso il via i cantieri verdi di “Piantalalì”, progetto di piantagione e riforestazione avviato dalle due aziende per restituire valore al territorio intorno alla ferrovia e ricostituire le reti ecologiche, in ottica di sostenibilità. Partner scientifico è FLA – Fondazione Lombardia per l’Ambiente, responsabile dell’individuazione delle aree, della definizione e progettazione degli interventi, dell’interlocuzione con i Comuni.

Sui nuovi cantieri si è svolto martedì 5 dicembre un sopralluogo con le amministrazioni locali. A Castellanza ha partecipato alla visita ai lavori in corso presso la stazione ferroviaria il Sindaco Mirella Cerini. A Gerenzano erano presenti il Sindaco Stefania Castagnoli e il Direttore Generale di FNM e Amministratore Delegato di Trenord Marco Piuri, che hanno inaugurato nel Parco degli Aironi l’albero di Natale di “Piantalalì”, un pino silvestre addobbato con festoni che diventeranno cibo per gli uccelli selvatici e semi per gli insetti impollinatori.

L’intervento a Castellanza

A Castellanza complessivamente saranno riqualificati circa 15.000 metri quadrati, che accoglieranno circa 700 tra alberi e arbusti. Una delle due zone di intervento si trova in prossimità dei parcheggi della stazione FNM, dove sorgerà un prato alberato che consentirà di contrastare il fenomeno delle isole di calore specialmente nella stagione calda. La seconda area invece si trova tra via Piemonte e via Azimonti e aumenterà i nuclei di boschi e specie arboree tipiche del territorio su un’area di circa un ettaro nei pressi della “porta” del PLIS Parco Alto Milanese.

L’intervento a Gerenzano

A Gerenzano il progetto riqualificherà cinque aree mettendo a dimora oltre 2300 piante e arbusti su una superficie complessiva di oltre 63mila metri quadrati. La prima si trova nei pressi del sottopasso della stazione, mentre la seconda si trova poco oltre, lungo la SS336 “Varesina”. Undici file di alberi saranno fatte crescere in una radura oggi incolta nei pressi del fontanile di San Giacomo, completando il bosco esistente.

Verso sud-ovest, lungo la direttrice che porta all’Aeroporto di Malpensa, vicino all’impianto di depurazione A2A, sarà realizzata un’area umida, in cui un laghetto favorirà lo sviluppo di habitat idrofili. È il primo intervento di questo tipo realizzato da “Piantalalì”.

L’intervento più esteso riqualificherà cinque ettari attualmente non aperti al pubblico nel Parco degli Aironi. Qui “Piantalalì” cercherà di sviluppare, tra le altre cose, un “querco-carpineto” con radure e boschetti di querce e altri alberi, per favorire la presenza e spostamenti della fauna locale.

I prossimi appuntamenti

Dopo le prime tappe a Cormano e Paderno Dugnano, la rete “green” di “Piantalalì” nei prossimi mesi si estenderà anche a Rescaldina, Novate Milanese, Busto Arsizio. Complessivamente, saranno 24 i Comuni attraversati dalla rete di FERROVIENORD che saranno raggiunti dal progetto