Diritti e obblighi dei passeggeri

Il regolamento (CE) n. 1371/2007 - diritti ed obblighi dei passeggeri - del Parlamento Europeo e del Consiglio del 23 ottobre 2007, introduce diritti ed obblighi per i passeggeri nel trasporto ferroviario, prevedendo oneri informativi a favore dei passeggeri e diritti specifici in occasione di ritardi, soppressioni di treni e mancate coincidenze.

La nuova disciplina è stata recepita nel testo delle Condizioni Generali di Trasporto dei passeggeri di Trenord Srl in vigore dal 1 dicembre 2014.

Il Contratto di Trasporto concluso ai sensi delle Condizioni Generali, di norma, è relativo all'utilizzo del treno da parte del passeggero ed è rappresentato da un titolo di viaggio che legittima il medesimo ad usufruire del servizio ferroviario prescelto dal passeggero. Ai fini dell'applicazione dei diritti e degli obblighi dei passeggeri nel trasporto ferroviario, può essere considerato un unico viaggio quello effettuato con più treni/servizi successivi in forza di un unico titolo di viaggio.

In tutti gli altri casi in cui il passeggero utilizza più treni/servizi ferroviari successivi, in virtù di differenti biglietti, i viaggi devono essere considerati distinti e separati tra loro ed ognuno è riconducibile ad un singolo contratto di trasporto.

Eventuali indennità saranno riconosciute con riferimento ai singoli contratti di trasporto.


Il Regolamento Europeo

Sintesi diritti e obblighi dei passeggeri nel trasporto ferroviario