Detrazioni

Con la legge di bilancio 2018 è stata introdotta l'agevolazione fiscale Irpef sugli abbonamenti al trasporto pubblico locale, regionale e interregionale. Con la dichiarazione dei redditi 2019 è possibile detrarre un importo pari al 19 per cento delle spese sostenute nel 2018 per l'acquisto di abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico, indipendentemente dal periodo di validità dello stesso. Ad esempio: è possibile detrarre la spesa per un abbonamento acquistato nel mese di luglio 2018, con validità dal 1° luglio 2018 al 30 giugno 2019.

La detrazione è calcolata su un importo complessivamente non superiore a 250 euro, con un beneficio fiscale dunque di 47,50 euro, spettante anche se le spese sono sostenute nell'interesse dei familiari fiscalmente a carico.

Una precisazione fondamentale va fatta sul limite massimo dei 250 euro, che va riferito alle spese sostenute dal contribuente "cumulativamente" per l'abbonamento proprio e dei familiari a carico.

Per le detrazioni relative all'acquisto dell'abbonamento da parte dei cittadini e dei familiari a carico dovranno essere conservati il titolo di viaggio e la documentazione relativa al pagamento

Qualora non si fossero conservati gli scontrini di ricarica Trenord può predisporre SOLO PER I CLIENTI CON TESSERA NOMINATIVA una  documentazione certificativa che contiene le indicazioni essenziali a qualificare il titolo di viaggio nonché ogni altra informazione utile ad individuare il servizio reso (indicazione soggetto utilizzatore, periodo di validità, spesa sostenuta e data di sostenimento della spesa) scrivendo alla mail certificazionevendite@trenord.it.