Biglietti

Linee e orari

News

Vantaggi

Assistenza

Gite in Treno

Accedi

Non hai un account?

I NUMERI DEL NOSTRO IMPEGNO QUOTIDIANO

mercoledì 20/01/2021

Ogni giorno 2.125 corse in Lombardia, 1.619 treni che raggiungono Milano, 1.041.000 posti (+7% rispetto al 2019) e 116.000 km percorsi.

 

In attesa della riapertura delle scuole e del ritorno in presenza di tutti gli studenti, Trenord ha già potenziato del servizio di trasporto ferroviario offerto.

 

Ogni giorno feriale sono 2.125 le corse in Lombardia; solo la città di Milano è servita da 1.619 treni che effettuano 10.712 fermate e offrono 924mila posti a sedere. Nelle 25 stazioni ferroviarie presenti nel comune di Milano, i treni effettuano 6.628 fermate. Nella fascia di punta del mattino, tra le 7 e le 9, nel solo capoluogo lombardo circolano ben 282 treni per un totale di 167.000 sedili offerti. Trenord ha rinforzato anche le composizioni arrivando a offrire complessivamente 1.041.000 posti (+7% rispetto al 2019).

 

 

evita gli orari di punta

 

Sui mezzi pubblici – treni e bus – resta in vigore il limite di riempimento massimo del 50%, stabilito dalla norma per fronteggiare l’emergenza Covid-19.
  
A questo scopo, Trenord sta mettendo a disposizione sulle linee ferroviarie lombarde la massima offerta possibile, data la capienza dell’infrastruttura e la disponibilità di mezzi.
Per questo l’azienda invita tutti i clienti a favorire innanzitutto gli studenti nell’utilizzo dei treni, scegliendo, per quanto possibile, soluzioni di viaggio fuori dalle ore di punta.
Occorre infatti l’impegno di tutti per favorire un progressivo ritorno delle persone sui treni regionali, innescando fiducia nel viaggiatore sulla possibilità di muoversi in treno in sicurezza, rispettando sempre le regole di comportamento durante l’intera durata del viaggio.

 

La mobilità con i mezzi pubblici sarà progressivamente meno sistematica ma più diluita nell’arco della giornata, e certamente determinata da una diversa organizzazione dei tempi sociali.
Trenord accoglie la sfida posta dal Covid-19 al sistema della mobilità nel suo complesso potenziando già da inizio anno la propria offerta di trasporto.