SCIOPERO DEL SINDACATO ORSA DOMENICA 22 SETTEMBRE NELLA GIORNATA DELLA MOBILITÀ SOSTENIBILE

Il sindacato OrSA ha nuovamente proclamato uno sciopero di 24 ore per domenica 22 settembre 2019.

Si tratta dell'ennesima azione rivendicativa da parte di OrSA, che rappresenta poco più del 14% del totale del personale e che non ha sottoscritto l'accordo sindacale di luglio, dopo aver condiviso per mesi la sua elaborazione e il contenuto.

Tutte le altre componenti sindacali hanno scelto di avviare una nuova stagione di dialogo discutendo di benefici per i lavoratori, di compatibilità economica e di miglioramento del servizio, in un'ottica di reciproca collaborazione e corresponsabilità.

Orsa ha proclamato lo sciopero in un giorno festivo, evitando così le "fasce di garanzia" previste nei feriali. Una scelta che rischia di generare disagi a decine di migliaia di viaggiatori non abituali.

Inoltre, domenica 22 settembre, denominata "Car Free Day", si concluderà la Settimana Europea della Mobilità Sostenibile sostenuta da Milano insieme ad altre città e a numerose capitali europee. La possibile riduzione del servizio ferroviario potrà, dunque, ricadere su una giornata tanto simbolica quanto d'impatto culturale.

+++

Lo sciopero che non inciderà sui due grandi eventi di sabato sera, Jova Beach Party e il derby Inter - Milan, inizierà alle ore 3 di domenica 22 settembre e terminerà alle ore 2 di lunedì 23 settembre, senza fasce di garanzia.

I treni regionali, suburbani e a lunga percorrenza di Trenord e il servizio Malpensa Express potrebbero subire limitazioni e cancellazioni.

Circoleranno autobus sostitutivi senza fermate intermedie per le eventuali corse non effettuate tra Milano Cadorna (in partenza da via Paleocapa, 1) e Malpensa Aeroporto e tra Malpensa Aeroporto e Stabio.

Per la Lunga Percorrenza saranno garantiti i treni indicati sul sito di Trenord al link /it/assistenza/treni-in-caso-di-sciopero.aspx

Informazioni sull'andamento della circolazione saranno comunicate su sito e App Trenord e nelle stazioni, tramite i monitor e gli annunci sonori.

[Comunicato.pdf]