• Impianti di manutenzione

Impianti di manutenzione

Nei sei impianti di manutenzione di Trenord (Milano Fiorenza, Novate Milanese, Camnago, Cremona, Lecco ed Iseo) lavorano ogni giorno più di 700 persone per assicurare la funzionalità degli oltre 300 convogli in dotazione.

Deposito Fiorenza

 

In questi impianti viene eseguita la manutenzione correttiva dei treni (in caso di guasti); la manutenzione programmata (ogni 20.000 km, in media ogni mese con durata di circa 24 ore) e la manutenzione ciclica di I° livello (ogni 480.000 km, in media ogni 2 anni con durata di circa 5 settimane). Sia la manutenzione programmata sia quella ciclica di I° livello prevedono diversi step di revisione che riguardano parti meccaniche, elettriche, pneumatiche, gli arredi, le porte, la climatizzazione e le prove ministeriali.

 

Negli impianti di Milano Fiorenza, Novate e Iseo, inoltre, si esegue anche la manutenzione di II° livello, che avviene mediamente ogni 6 anni per le carrozze e dopo un milione di chilometri per i locomotori. Questo tipo di manutenzione prevede, in particolare, la separazione della cassa (che viene interamente smontata, svuotata e ripristinata) dal carrello per la revisione completa in ogni sua singola parte.

 

Gli impianti di Lecco, Cremona e Iseo, oltre a eseguire la manutenzione correttiva dei treni, quella programmata e quella ciclica di I° livello, sono specializzati nella manutenzione dei treni diesel.

 

Gli interventi di Deposito esteso, infine, garantiscono quotidianamente la messa a punto e il decoro del treno, a partire dalla pulizia delle carrozze. Con il Deposito esteso, molte delle attività di manutenzione semplice - la riparazione di guasti all'impianto di illuminazione, spie, altoparlanti a bordo treno, porte, riscaldamento o aria condizionata - possono essere svolte durante le ore notturne, direttamente nel posto in cui sostano i mezzi, in modo da ripristinare la completa funzionalità dei treni in partenza al mattino.